Marcellina

A Roma detenuti al lavoro per la città

Riqualificare le strade di Roma anche attraverso il lavoro dei detenuti, che in tal modo intraprendono un percorso di reinserimento nella società: è l'obiettivo del protocollo presentato in Campidoglio dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, dalla sindaca Virginia Raggi, dall'ad di Atlantia e Autostrade per l'Italia Giovanni Castellucci. A partire da settembre nel nuovo progetto sulle strade chiamato 'Mi riscatto per Roma' saranno 15 i detenuti coinvolti (con l'obiettivo finale di arrivare a 50), selezionati tra quelli a bassa pericolosità e con pene ridotte. Questi verranno formati in carcere e presso scuole di formazione di Autostrade per l'Italia per una durata di due mesi e mezzo, al termine dei quali otterranno un attestato professionale. I loro primi interventi interesseranno le strade adiacenti al penitenziario di Rebibbia che, una volta risanate, diverranno il laboratorio di formazione dei detenuti.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie